TRA SANTI E POETI: IL CIMITERO ACATTOLICO DI ROMA A TESTACCIO...

APPUNTAMENTO: DOMENICA 18 NOVEMBRE 2018 H 10 ALL'INGRESSO DEL CIMITERO ACATTOLICO IN VIA CAIO CESTIO 6.

DURATA: 1 H E 30'.

LA GUIDA E' RICONOSCIBILE IN LOCO DAL CARTELLO ROMA BELLA.

PRENOTAZIONE: OBBLIGATORIA VIA MAIL A: romabella@visite-guidate-roma.com, o chiamando il n. tel. 0661661527 (attivo tutti i giorni h 9-19).

Lontano dal traffico cittadino e il caos della città si nasconde un luogo di quiete, dove regnano il silenzio e l'armonia. Il cimitero acattolico di Roma si erge ai piedi della Piramide Cestia che protegge le quattromila lapidi monumentali appartenenti a scrittori, artisti e politici, come quelle dei poeti John Keats, Percy Bysshe Shelley, il figlio di Goethe e Antonio Gramsci.

Nel 1700 Roma era una tappa obbligata del Gran Tour. Ogni intellettuale voleva e doveva visitare Roma ed era inevitabile che alcuni dei giovani viaggiatori morissero durante il viaggio per incidente o malattia. Durante il Settecento andò così formandosi un Cimitero ad uso dei protestanti che ben presto venne ribattezzato il "cimitero degli artisti".

Il cimitero venne romanticamente definito una assemblea silenziosa da tutto il mondo* dove uomini di ogni razza, età, lingua e religione convivono pacificamente sotto l'ombra di maestosi pini e cipressi.

Conosceremo la loro storia leggendo poesie e testimonianze, ammireremo le monumentali statue vere e proprie opere d'arte. Un viaggio unico e insolito, nel cuore di Roma.

*W.W. Nevin in Il cimitero acattolico di Roma, N.Stanley-Price, Roma 2014, (le fotografie sono di Elletra Ridolfi; testi in questa pagina a cura di Valentina Matteini)

I "PRATI DEL POPOLO ROMANO" E L'ORIGINE DEL CIMITERO PROTESTANTE DI TESTACCIO