IL COMPLESSO MASSENZIANO SULL'APPIA ANTICA

Il mausoleo, il circo ed il palazzo costituiscono le strutture monumentali che ancora oggi caratterizzano il complesso di Massenzio sulla via Appia antica. Il mausoleo, a pianta circolare, si erge al centro di un quadriportico imponente che prospettava sull'importante via consolare, probabilmente con un ingresso monumentale oggi perduto. Del sepolcro si conserva il nucleo, in opera cementizia di malta e scaglie di selce, privo dell'originario rivestimento in blocchi di marmo. Alla base della struttura è ancora oggi visibile un impianto fognario coperto da file di mattoni bipedali (2 piedi romani per lato).

Il monumento era stato progettato su due livelli: quello inferiore, seminterrato, destinato a cripta funeraria; il superiore, mai realizzato, doveva avere invece la forma di un piccolo tempio. Nel Rinascimento venne riprodotto da numerosi architetti ed il Palladio fu il primo artista a proporre la ricostruzione dell'alzato nelle forme di un piccolo pantheon. Del livello superiore resta solo il basamento del pronao e su di esso, già a partire dal XVIII secolo, fu edificato un casale legato allo sfruttamento agricolo del territorio. L'edificio fu poi trasformato dalla famiglia Torlonia in palazzina padronale.

L'ingresso alla cripta sepolcrale è sul fronte del mausoleo opposto alla via Appia. La cripta presenta una serie di nicchie per la deposizione dei sarcofagi lungo la parete del corridoio anulare e nel pilastro centrale. La pavimentazione è costituita esclusivamente da una corona di bipedali che si sviluppa lungo il perimetro interno ed esterno dell'ambiente. La volta a botte è rifinita con intonaco privo di decorazione.

Dal corridoio anulare è possibile entrare in un ampio spazio quadrangolare, da dove anticamente si sarebbe potuto raggiungere il piano superiore per mezzo di due scale elicoidali non conservate. Negli ultimi decenni gli studiosi hanno riconosciuto nel monumento la tomba dinastica di Massenzio, nella quale quasi certamente fu sepolto Valerio Romolo, il figlio dell'imperatore scomparso prematuramente nel 309 d.C., e hanno proposto di riconoscere in questo edificio il nucleo ideale e simbolico di tutto il complesso. La testimonianza del raccordo fisico-ideale tra il Mausoleo ed il palazzo imperiale è, infatti, rappresentato da un passaggio, anche esso tamponato in antico, visibile nella muratura del quadriportico.

La visita guidata sull'Appia antica con il complesso della villa e del circo di Massenzio è gratuita per i Soci dell'associazione Roma Bella. L'iscrizione si può fare anche sul posto, costa 15 euro, vale 12 mesi e consente di aderire ad un numero illimitato di iniziative culturali gratis.