VISITA GUIDATA NOTTURNA CASTEL SANT'ANGELO CON IL PASSETTO E LE PRIGIONI PONTIFICIE

APPUNTAMENTO: SABATO 6 LUGLIO 2019 H 21 ALL'INGRESSO DI CASTEL SANT'ANGELO.

DURATA: 2 H. LA GUIDA E' RICONOSCIBILE IN LOCO DAL CARTELLO ROMA BELLA.

PRENOTAZIONE: OBBLIGATORIA VIA MAIL A: inforomabella@virgilio.it, o chiamando i n. tel. 0697858194; 0661661527 (attivi tutti i giorni h 8-20).

CON BIGLIETTO SALTACODA ED AURICOLARI

*   *   *   *   *   *   *

Tra le passeggiate e visite guidate notturne a Roma, certamente l'esperienza della visita guidata di notte a Castel Sant'Angelo, con la possibilità di entrare anche nel celebre Passetto di Borgo e nelle Prigioni Pontificie, è una delle più entusiasmanti!

La nostra visita guidata inizia dalla illustrazione del Castello, un tempo mausoleo dell'Imperatore Adriano, trasformato nel corso del tempo prima in rocca fortificata nel corso delle guerre gotico-bizantine alla metà del VI secolo, poi in elegante residenza pontificia, tra i pontificati di Alessandro VI Borgia e Paolo III Farnese.

Dopo aver visitato le più belle sale affrescate, come la Sala dell'Apollo, la Sala Paolina, la Sala della Biblioteca e la Stanza del Tesoro dove i papi custodivano, tra solide mura, l'oro di proprietà della Chiesa, attraverso il Bastione di San Marco entreremo nel Passetto di Borgo, percorrendo circa 400 degli 800 metri di lunghezza totali, ovvero la parte di proprietà del Demanio; ci fermeremo dove inizia la parte di proprietà extraterritoriale della Città del Vaticano.

Emozionante è ripercorrere l'angusto corridoio sopraelevato che un tempo veniva utilizzato dai pontefici come estrema via di fuga, in caso di pericolo, per rifugiarsi dai Palazzi Apostolici della Cittadella Vaticana nella ben più sicura rocca del Castello. Tale era l'importanza di questo luogo tra il Medioevo ed il primo Rinascimento, che possedere e dominare Castel Sant'Angelo ed il Passetto, significava detenere il controllo sull'intera città di Roma!

Il Passetto, chiamato anche Corridore de Borgo, viene infatti creato già nella seconda metà del 1200 grazie alla felice intuizione di un papa, Niccolò III, che decide di utilizzare un antico muro già esistente, quello del Castrum dei Goti risalente al VI secolo, per farvi correre sopra un camminamento rialzato e ben protetto. Così nasce la celebre via di fuga, utilizzata però di fatto una sola volta nella sua storia, quando papa Clemente VII, durante il saccheggio di Roma da parte dei mercenari di Carlo V, i Lanzichenecchi, nel maggio del 1527, lo utilizzò per rifugiarsi nel Castello.

Dopo aver goduto, dall'estremità del Passetto, della superba vista della cupola di San Pietro illuminata di notte, proseguiremo la visita nelle carceri sotterranee, ricavate nei vani che erano un tempo i depositi di olio e di grano della rocca. Si tratta di ambienti angusti, bui e tetri, dove hanno trascorso gli ultimi giorni della loro esistenza, tra angoscia e torture indicibili, prigionieri ignoti ma anche celeberrimi, come Benvenuto Cellini (che, incredibilmente, riuscì ad evadere!) Beatrice Cenci, il mago Pietro Bailardo accusato di stregoneria, il cardinale Giovan Battista Orsini, e tanti altri di cui parleremo nel corso della visita guidata.

Termineremo il percorso serale di 2 ore sulla Terrazza dell'Angelo, dalla quale godremo del panorama di tutta la città con la romantica illuminazione notturna!

La visita guidata è gratuita; eventuali biglietti di ingresso sono a carico del Socio partecipante.