QUARTIERE OSTIENSE: STREET ART TOUR

APPUNTAMENTO domenica 25 novembre 2018 ore 15 in Via del Commercio 36 di fronte all'entrata del GAZOMETRO.

DURATA: 2 ore. LA GUIDA E' RICONOSCIBILE IN LOCO DAL CARTELLO ROMA BELLA.

PRENOTAZIONE: OBBLIGATORIA VIA MAIL A: romabella@visite-guidate-roma.com, o chiamando il n. tel. 0661661527 (attivo tutti i giorni h 9-19).

*   *   *   *   *

Roma Bella presenta un tour fuori dall'ordinario condotto da una storica dell'arte e da una artista freelance, articolista e fotografa, Teresa Curcio. Una visita guidata a due voci che ci permetterà di conoscere la storia del quartiere ostiense e dei suoi murales pregni di significati.

Il quartiere Ostiense, ufficialmente istituito nel 1921, prende il nome dalla via Ostiense, l'antica strada romana che collegava Roma con il porto di Ostia.

E' il sindaco Ernesto Nathan nel 1907 a promuovere la formazione di un quartiere industriale e su questo fermento commerciale vengono costruiti il Porto Fluviale, il Gazometro, i Mercati Generali e la centrale Montemartini.

Il nostro è un tour davvero fuori dagli schemi, ed avrà come oggetto la street art, la più creativa, rivoluzionaria e discussa tra le arti contemporanee.

Partendo dal monumentale Gazometro ormai simbolo dell'archeologia industriale della città, visiteremo e scopriremo opere firmate da artisti di rilievo internazionale, ammireremo murales di piccole, medie e grandi dimensioni che affrontano tematiche sociali come la libertà d'espressione, il pacifismo, la brutalità della repressione, la conformità della morale alle regole di facciata, l'antiproibizionismo ed il rispetto per la libertà sessuale e di coscienza.

Il quartiere Ostiense di Roma si afferma nel panorama nazionale ed estero come luogo di ribalta e vettore comunicativo con oltre 30 opere di arte urbana che abbelliscono e rivalutano interi edifici. Nel percorso apprezzeremo le opere di Sten & Lex, pionieri dello stencil, il lavoro di Axel Void ed il palazzo di Blu, artista di strada e video-autore ormai di fama mondiale della scuola bolognese, e molto altro ancora.

Un incontro tra storia ed arte contemporanea in una delle zone di Roma di maggior fermento creativo, artistico, culturale e sociale.

(foto sopra: cortesia Teresa Curcio)