VISITA GUIDATA NOTTURNA MUSEI VATICANI E CAPPELLA SISTINA SENZA FARE LA FILA

APPUNTAMENTO: VENERDI 13 SETTEMBRE 2019 H 20 ALLE MURA VATICANE, PRESSO L'INCROCIO CON VIA LEONE IV.

TERMINE H 22,45. LA GUIDA E' RICONOSCIBILE IN LOCO DAL CARTELLO ROMA BELLA.

PRENOTAZIONE: OBBLIGATORIA VIA MAIL A: inforomabella@virgilio.it, o chiamando i n. tel. 0697858194; 0661661527 (attivi tutti i giorni h 8-20).

CON BIGLIETTO SALTACODA

Il nostro percorso serale nei Musei Vaticani, di grande suggestione e fascino grazie ai riverberi del tramonto armonicamente sposati alla discreta illuminazione notturna di sale, cortili e affreschi, inizia con il Cortile della Pigna, porzione ovest dell'antico Cortile del Belvedere, progettato da Donato Bramante, che doveva unire (nelle intenzioni di Papa Giulio II) la residenza "invernale" situata in basso accanto alla basilica di San Pietro e il quattrocentesco palazzetto "estivo" del Belvedere, più in alto, sulla cresta dei Colli Vaticani.

Nel Cortile della Pigna ammireremo la gigantesca pigna di bronzo proveniente dal Tempio di Iside in Campo Marzio, nel Medioevo utilizzata come ornamento per la vasca delle abluzioni antistante l'antica basilica costantiniana, e qui collocata agli inizi del 1600. Davvero insuperabile è lo spettacolo del cortile, restaurato di recente utilizzando materiali e tecniche originali di 500 anni fa, ammantato nel chiarore della luna!

Proseguiamo con le sale del settecentesco Museo Pio-Clementino, interamente dedicate all'arte classica, che accolgono una successione interminabile di capolavori come l'Apollo del Belvedere, il Torso del Belvedere, la Venus Felix e il Gruppo del Laocoonte, a buon diritto ritenuto il più bel gruppo scultoreo originale giuntoci dall'Antichità, e anche la prima statua ad entrare nella cittadella Vaticana nel 1506 per volontà di papa Giulio II.

Dopo avere illustrato la Sala Rotonda con la gigantesca fontana in porfido (circonferenza di 13 metri!) proveniente dalla domus aurea di Nerone e i mosaici di Otricoli, e la Sala a Croce Greca con i sarcofagi in porfido di Sant'Elena e di Santa Costanza, attraversiamo le tre più importanti Gallerie dei Musei: la Galleria dei Candelabri, raccolta fondata da Pio VI e ancora dedicata alla scultura antica; la Galleria degli Arazzi con la serie degli arazzi della Scuola Nuova realizzati dalla manifattura fiamminga di Peter van Aelst su cartoni degli allievi di Raffaello; la Galleria delle Carte Geografiche, anche questa perfettamente illuminata, che nei suoi 120 metri di lunghezza ci offre una sublime sintesi delle conoscenze cartografiche e geografiche della Penisola Italiana alla fine del XVI secolo. Con il suo patrimonio di 40 carte geografiche dipinte lungo le pareti che raffigurano le varie regioni d'Italia, dettagliatamente rappresentate, è l'occasione, per ogni visitatore, per andare alla ricerca della sua città di origine!

Giungiamo alle quattro Stanze di Raffaello, corrispondenti agli appartamenti privati di Papa Giulio II, che non volle abitare gli stessi appartamenti un tempo occupati dal suo predecessore, l'odiatissimo Papa Alessandro VI Borgia, facendo decorare per sé nuovi ambienti a partire dal 1508. Qui potremo ammirare nella quiete delle ore serali, opere eccelse del pieno Rinascimento, come la "Liberazione di San Pietro dal Carcere", il primo "notturno" nella storia della pittura mondiale, "L'incendio di Borgo" e la "Scuola di Atene".

Dopo avere attraversato le stanze di Papa Alessandro VI Borgia, e la collezione di Arte Contemporanea, il nostro percorso notturno si conclude intorno alle ore 22,45 nella Cappella Sistina dedicata all'Assunta. Michelangelo è il protagonista assoluto del ciclo decorativo, realizzato in due tempi, con la incredibile volta recante le Storie della Genesi, figure di Profeti, Sibille e Antenati di Cristo, dipinta tra il 1508 e il 1512, e la parete dell'altare con il Giudizio Universale realizzato dal Maestro in completa solitudine tra il 1535 e il 1541. La luce artificiale proveniente da sorgenti posizionate dietro le finestre replica esattamente per intensità e qualità quella diurna, consentendoci di godere appieno del più grande capolavoro del Rinascimento.

PRENOTA IL BIGLIETTO SALTA CODA CON VISITA GUIDATA INCLUSA AI MUSEI VATICANI DI SERA, INSERENDO QUI SOTTO: NOME, COGNOME, CELLULARE, NUMERO DEI PARTECIPANTI. TI RISPONDEREMO SUBITO.

La visita guidata è gratuita; i biglietti di ingresso sono a carico del Socio partecipante.