VISITA GUIDATA ALLA BASILICA DI SANTA MARIA IN TRASTEVERE

APPUNTAMENTO: SABATO 19 GIUGNO 2021 H 16 A PIAZZA DI SANTA MARIA IN TRASTEVERE DAVANTI ALLA BASILICA. DURATA 1 H. LA GUIDA E' RICONOSCIBILE IN LOCO DAL CARTELLO ROMA BELLA.

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA VIA MAIL A: inforomabella@virgilio.it, o chiamando i n. tel. 0697858194; 0661661527, o compilando il form sottostante. Visita guidata gratuita; ingressi liberi.

La basilica di Santa Maria in Trastevere e la piazza antistante rappresentano il cuore del rione, da cui traggono il toponimo. Secondo la tradizione la chiesa fu eretta per volere di Papa Callisto (217-222) nel luogo in cui nel 38 a.C. era scaturito olio miracoloso da una fenditura nel terreno (fons olei), e poi trasformata tra i secoli IV e IX. Con la ricostruzione promossa da Papa Innocenzo II (1130-1143), assunse le forme attuali di basilica a tre navate, colonne architravate, abside e transetto, ottenute con un massiccio impiego di materiali di spoglio provenienti soprattutto dalle Terme di Caracalla, attentamente scelti per qualità, conservazione ed omogeneità.

Alla fine del Cinquecento, con il patrocinio del cardinale austriaco Marco Sittico Altemps e su progetto di Martino Longhi il Vecchio, furono realizzate la cappella del Clemenza e le altre cappelle laterali. Ai primi del Settecento Papa Clemente XI fece edificare il portico e modificare la facciata sul disegno di Carlo Fontana, che concepì cinque arcate sovrastate da una balaustra con statue dei pontefici Callisto, Cornelio, Giulio I e Calepodio. Anche se l'aspetto attuale del prospetto risale ai radicali interventi ottocenteschi, su di esso rimane ancora (per quanto ritoccata) la facciata in mosaico del XIII secolo, con al centro la Vergine in trono verso la quale si dirigono dieci figure femminili. L'edificio è completato dall'imponente campanile romanico, arricchito da una piccola edicola a mosaico con la Madonna e il Bambino.

Uno dei vertici nel panorama artistico romano dei secoli XII e XIII, è rappresentato dalla decorazione a mosaico concentrata nella zona presbiteriale. I mosaici del catino, completati nel programma dei lavori effettuati tra il 1140 e il 1143, si inseriscono perfettamente nella temperie classicista che caratterizzò l'arte romana della metà del secolo. Essi rappresentano Cristo e la Vergine seduti sullo stesso trono affiancati da Innocenzo II che presenta Loro il modellino della basilica, sulla base di una complessa simbologia fondata sulla liturgia romana dell'Assunzione.

All'altezza delle finestre dell'abside si svolge il ciclo musivo con le celebri Storie della Vergine, realizzato da Pietro Cavallini nell'ultimo decennio del Duecento, su committenza del cardinale Bertoldo Stefaneschi. Va infine segnalata tra le eccellenze della basilica la nota tavola di cipresso dipinta ad encausto del VI secolo con la Madonna della Clemenza, posta sull'altare della cappella Altemps.

La visita guidata alla Basilica di Santa Maria in Trastevere è gratis per i Soci. La tessera di iscrizione alla nostra associazione costa 15 euro, vale 12 mesi, si può fare anche sul posto, permette di aderire ad un numero illimitato di attività gratuite.