TOUR GUIDATO AGLI SCAVI ARCHEOLOGICI DI OSTIA ANTICA CON L'ARCHEOLOGO

APPUNTAMENTO DOMENICA 11 OTTOBRE 2020 H 14 DI FRONTE ALLA BIGLIETTERIA DEGLI SCAVI, IN VIALE DEI ROMAGNOLI 717, OSTIA ANTICA (RM). DURATA DELLA VISITA GUIDATA: 2 H. LA GUIDA E' RICONOSCIBILE IN LOCO DAL CARTELLO ROMA BELLA.

PRENOTAZIONE: OBBLIGATORIA VIA MAIL A: inforomabella@virgilio.it, o chiamando i n. tel. 0697858194; 0661661527 (attivi tutti i giorni h 8-20).

Il nostro percorso con la guida archeologa agli scavi di Ostia antica, della durata di 2 ore, comincia dalla necropoli posta a sud della Via Ostiensis, dove possiamo osservare monumenti funebri (colombari, cappelle, sarcofagi in pietra e terracotta) che si distribuiscono in un lungo arco di tempo, dall'epoca medio-repubblicana fino al pieno V secolo d.C., in ottimo stato di conservazione.

Attraverso il decumanus maximus entreremo nella più antica colonia di Roma, voluta dal Re Anco Marzio nel 616 a.C. come ci riporta lo storico Tito Livio. Subito dopo la Porta Romana (così denominata in quanto è rivolta in direzione di Roma) illustreremo il c.d. Piazzale della Vittoria, i magazzini del grano (lat. horrea), il portico del tetto spiovente per arrivare al magnifico teatro ostiense, costruito sotto il regno di Ottaviano Augusto alla fine del I secolo a.C. e ricostruito tra Commodo e Settimio Severo. Il suo ottimo stato di preservazione ne consente ancora adesso l'impiego per spettacoli teatrali! Accanto al teatro potremo osservare il tempio della dea Cerere e i mosaici pavimentali del c.d. Piazzale delle Corporazioni, risalente al I secolo d.C.

Continuando lungo il decumanus maximus ci fermeremo alla più grande fullonica di Ostia antica, laboratorio artigiano in cui i fullones, gli schiavi, lavavano e tingevano i tessuti all'interno di grandi vasche rivestite di cocciopesto, in uno sfiancante movimento di gambe e ginocchia (saltus fullonicus) pigiando con forza con i piedi le stoffe nelle maleodoranti vasche in cui all'acqua era mescolata urina umana, utilizzata per smacchiare e sbiancare grazie al contenuto in ammoniaca.

Ci inoltriamo poi nel quartiere della Regio V, in cui si ergono molte insulae, caseggiati ad uso abitativo, veri e propri condomini dell'antichità, tra cui il meraviglioso caseggiato del Thermopolium, dove è una antica "tavola calda" (popina o caupona in latino) giunta a noi in egregio stato di conservazione.

Da qui ci sposteremo verso il foro ostiense, centro della vita politica, amministrativa, religiosa e commerciale della colonia, corrispondente al foro romano di Roma. Qui si erge all'orizzonte la mole del Capitolium, il santuario costruito dall'imperatore Adriano in onore della Triade Capitolina: Giove, Giunone e Minerva.

Dal foro ci dirigiamo verso le terme del foro (IV secolo d.C.) e verso la vicina forica, una toilette pubblica con 22 posti, ben conservata, da cui si desume la cura che il popolo romano aveva per la propria igiene personale.

Percorriamo poi la Via della Casa di Diana per entrare nei molini dove si produceva la farina destinata alle frumentationes dell'Urbe, in particolare visiteremo il Molino di Silvanus, con le sue grandi mole in pietra lavica orvietana del tipo a catillus, spinte da muli.

Concluderemo la visita guidata gratuita agli scavi di Ostia al bookshop, dove potremo fare una sosta per un caffè dopo la splendida escursione!

Il tour con guida degli scavi di Ostia con l'associazione culturale Roma Bella è gratis, eventuali ingressi sono a carico dei Soci partecipanti. La tessera di Socio (€15) si fa in loco, vale 12 mesi e consente di prendere parte gratis a un numero illimitato di attività culturali.