DETTAGLIO DELLA VISITA GUIDATA AL FORO ROMANO PER LE SCUOLE

Il nostro percorso didattico con la guida comincia dal fondovalle tra colle Palatino e Campidoglio, in epoca arcaica occupato da una palude chiamata Velabrum, bonificata dai Re di dinastia etrusca, Tarquinio Prisco e poi Tarquinio il Superbo, tra il VII ed il VI secolo a.C. Dell'antica palude oggi rimane solo il ricordo nelle fonti letterarie; al suo posto si apre oggi la magnifica piazza del Foro Romano (Forum Romanum in latino), un tempo ricadente nella Regio VIII augustea, centro della vita politica, amministrativa, religiosa e commerciale di Roma per tutto il periodo repubblicano e per buona parte di quello imperiale.

Inizieremo la visita dalle pendici del Campidoglio dove comincia il Clivus Capitolinus, l'unica strada percorribile con carri che saliva dal fondovalle sulla sommità del colle capitolino, dove svettava il Tempio di Giove Ottimo Massimo, fondato nel 509 a.C. Su questo lato del foro troviamo il Tempio di Saturno, eretto nel 496 a.C., il Tempio di Vespasiano e Tito risalente alla prima età imperiale, e la mole dell'arco di Settimio Severo, perfettamente conservato dopo diciotto secoli di storia, dedicato dal Senato e dal Popolo Romano all'imperatore vincitore sui Parti, nemici storici di Roma. Poco distante è la tribuna dei Rostra, da cui i magistrati arringavano il popolo, e la piazza del Comizio con il Lapis Niger, antico luogo sacro segnalato da lastre di basalto nero e ritenuto nefasto, in quanto qui sarebbe sprofondato agli Inferi il corpo di Romolo.

Ci spostiamo da questo lato del foro costeggiando la basilica Giulia, eretta da Giulio Cesare in luogo della antica basilica Sempronia, sede di attività giudiziarie e tribunali; giungiamo alla Curia, sede del Senato, e poi al Tempio del Divo Giulio, eretto proprio sopra l'altare votato dal Senato nel 44 a.C., esattamente nel luogo dove, come ci informa lo storico Appiano, il corpo di Cesare arse per tutta la notte sulla pira funebre, e dove Marco Antonio tenne la famosa Laudatio funebre, resa immortale dalle parole di Shakespeare. Da qui, pochi passi ci separano dal complesso sacrale della Regia, del Tempio di Vesta e della Casa delle Vestali, gli edifici più antichi del foro romano. Nella Regia ebbero sede i Re fino alla caduta della Monarchia, mentre nel Tempio di Vesta era custodito il sacro fuoco perenne che simboleggiava la vita stessa della città, ed il cui accidentale spegnimento sarebbe stato foriero di gravi sventure per Roma. La cura del Tempio di Vesta e del fuoco sacro era affidata ad un collegio sacerdotale di sei Vestali, l'unico, prestigiosissimo sacerdozio femminile di Roma: esso fu attivo per ben 1200 anni, dall'epoca del re Numa (secondo alcuni addirittura da Romolo) fino alla fine del IV secolo d.C.!

Prendiamo la Via Sacra, che uscendo dalla parte bassa del foro si inerpica sulle pendici del Palatino superando la Velia, la sella collinare che univa Palatino ed Esquilino. Qui troviamo, perfettamente conservato, il Tempio del Divo Romolo, ovvero il giovane Valerio Romolo, figlio dell'imperatore Massenzio, morto (e divinizzato) all'età di soli 12 anni affogando nel Tevere. Il grandioso monumento che si erge subito dopo sulla sinistra è la Basilica di Massenzio e Costantino, stupefacente con le sue imponenti arcate ornate da cassettoni ottagonali un tempo decorati in stucco; era il luogo dove avveniva il mercato delle spezie, e dove aveva sede il Praefectus Urbi in età tardo imperiale.

Terminiamo il percorso del foro romano con la nostra guida all'arco di Tito, eretto dall'imperatore Domiziano per onorare la memoria del suo predecessore e fratello, che regnò per soli 2 anni dal 79 all'81 d.C. Nel passaggio interno sono i celebri rilievi che raffigurano il trionfo di Tito riportato a seguito della conquista della Giudea, e il conseguente saccheggio di Gerusalemme, avvenuti nel 70 d.C. Usciamo dal lato verso la Piazza del Colosseo, dirigendoci verso il monumento che simboleggia l'Eternità di Roma, per concludere il nostro percorso didattico.

LA DURATA DELLA VISITA GUIDATA AL FORO ROMANO PER LE SCUOLE E' DI CIRCA 2 ORE. PER OTTENERE LA GRATUITA' COMPLETA DELLA VISITA, E' NECESSARIO L'ELENCO DEGLI ALUNNI SU CARTA INTESTATA DELL'ISTITUTO. PER RICHIEDERE MAGGIORI INFORMAZIONI, COMPILA IL MODULO SOTTO, OPPURE SCRIVI A: inforomabella@virgilio.it.