LA BASILICA DI SAN PIETRO IN VATICANO

APPUNTAMENTO: SABATO 1 DICEMBRE 2018 H 9,30 A PIAZZA SAN PIETRO, SOTTO L'OBELISCO LATO VERSO LA BASILICA.

DURATA: 1 H E 45'.

LA GUIDA E' RICONOSCIBILE IN LOCO DAL CARTELLO ROMA BELLA.

PRENOTAZIONE: OBBLIGATORIA VIA MAIL A: romabella@visite-guidate-roma.com, o chiamando il n. tel. 0661661527 (attivo tutti i giorni h 9-19).

La Basilica di San Pietro in Vaticano è la più grande delle quattro basiliche papali di Roma, e centro mondiale del Cattolicesimo. Non è però la Chiesa Cattedrale di Roma, perché questo titolo appartiene alla Basilica di San Giovanni in Laterano, che è anche la prima per Dignità in quanto "Mater et Caput" (Madre e Capo) di tutte le Chiese dell'Urbe e del Mondo.

In quanto Cappella Pontificia, situata accanto al Palazzo Apostolico, la basilica di San Pietro accoglie le principali celebrazioni del Culto Cattolico ed è in solenne funzione per il Natale, la Pasqua, i riti della Settimana Santa, l'apertura e la chiusura dei Giubilei e le canonizzazioni dei nuovi Santi. Dalla Loggia delle Benedizioni, al centro della facciata, il Cardinale Protodiacono annuncia la nomina del nuovo Pontefice.

La primitiva basilica di San Pietro, oggi non più esistente, sorse all'epoca dell'Imperatore Costantino in Ager Vaticanus, nel luogo dove San Pietro subì il martirio, all'interno della pista del circo di Nerone dove fu crocifisso a testa in giù, e esattamente sopra la sua tomba, confusa in mezzo a centinaia di altre tombe nella necropoli vaticana, accanto al circo.

La sostituzione della antica basilica costantiniana con quella attuale fu avviata nel 1506 dal Papa Giulio II e terminò nel 1626, durante il pontificato di Papa Urbano VIII, mentre il completamento della piazza antistante avvenne nel 1667. Per realizzare l'enorme edificio in un sito in pendenza, fu prima realizzato un terrapieno che livellò il terreno e seppellì quello che rimaneva della antica basilica costantiniana e della necropoli vaticana, che oggi è visitabile nei sotterranei della chiesa.

La basilica di San Pietro ha dimensioni enormi: lunga 218 metri (portico compreso) e alta fino alla sommità della cupola 132 metri, copre una superficie di ben 23.000 metri quadrati e può accogliere 60.000 persone.

L'esterno, tutto in travertino, è articolato in un ordine gigante di colonne e paraste corinzie, sopra il quale si sviluppa l'attico. Questa particolare disposizione si deve a Michelangelo Buonarroti, ultimo e più importante progettista della Fabbrica di San Pietro dopo l'avvicendarsi di diverse importanti figure di architetti tra cui Donato Bramante, Antonio Rossellino e Raffaello Sanzio, e fu conservata anche nel corpo longitudinale realizzato da Carlo Maderno.

All'interno di San Pietro, presso i 45 altari e nelle 11 cappelle che si aprono nelle navate, sono custoditi molti capolavori di incommensurabile valore storico e artistico, come la Pietà, opera giovanile di Michelangelo da lui eseguita a soli 24 anni, svariate opere di Gian Lorenzo Bernini tra cui il Baldacchino bronzeo e altre provenienti dalla chiesa paleocristiana, come la statua bronzea di san Pietro, attribuita ad Arnolfo di Cambio, oggetto di particolare venerazione dai fedeli di tutto il mondo.

APPROFONDISCI: PIAZZA SAN PIETRO E IL TRASPORTO DELL'OBELISCO VATICANO NEL 1586

APPROFONDISCI: IL BALDACCHINO DI GIAN LORENZO BERNINI IN SAN PIETRO